BIFORE TRIFORE DORIFORE – 2018

SOLO EXHIBITION
Curated by Chiara Squarcina
Mocenigo Palace, Carlo Goldoni’s House, Lace Museum – Venice.
Promoter: MUVE Fondazione Musei Civici di Venezia

Resi Girardello, connecting to the tradition of venetian lace as a manual woman traditional work, now replaced by industry, enhances the preciousness of the skilled techniques, creating works with the typical materials of the Industry of the north-east of Italy: the electric copper wires, common and precious material, that she recycles to make her plots.
With her characters, from the micro to the macro scale, Resi Girardello tells life stories of ecosystems between places and territories, maps in continuous mutation, places that risk becoming inhospitable, where balance is breaken creating micro-macro migrations.
Hidden by beautifull and glittering materials, the swarming of a sub-world made of natural elements, plants and animals, worthy of medieval margins, tells the struggle for survival from the smallest beings to the nowdays stories of the world.

Resi Girardello, collegandosi alla tradizione del merletto come lavoro manuale della tradizione-donna, oramai soppiantata dall’industria, valorizza la preziosità delle sapienti tecniche che riprende realizzando opere con i materiali tipici dell’Industria del nord est, come i fili di rame ad uso elettrico che ricicla per realizzare le sue trame.
Con i suoi personaggi, dalla micro alla macro scala, Resi Girardello racconta storie di vita di ecosistemi tra luoghi e territori, mappe in continua mutazione, luoghi che rischiano di diventare inospitali, con conseguenti rotture di equilibri e micro-macro migrazioni.
Celato dalla bellezza e dal luccicare dei materiali, il brulicare di un sottomondo fatto di elementi naturali, vegetali e animali degni di margini medievali, racconta la lotta per la sopravvivenza dagli esseri più piccoli alle storie di attualità del mondo.


“Gli insetti, futuro del mondo almeno sotto l’aspetto alimentare (non più piaga d’Egitto), appaiono come i simboli portanti dell’immaginario ecologista, surrealista e insettivoro della Girardello”.
(Nicola Davide Angerame, Artribune, 2018 – Leggi tutto l’articolo)


Protagonisti dell’esposizione sono anche gli animali in via di estinzione, predatori che divengono prede, e animali inventati senza utilizzare le tecniche di creazione degli OGM, ma semplici materiali di riciclo a volte organici.
Celato dalla bellezza e dal luccicare dei materiali, il brulicare di un sottomondo fatto di elementi naturali, vegetali e animali degni di margini medievali, racconta la lotta per la sopravvivenza dagli esseri più piccoli alle storie di attualità del mondo.

(BIFORE TRIFORE DORIFORE. CAMBIAMENTI CLIMATICI E BIODIVERSITÀ, Arte.it, Presentazione della mostra – LEGGI tutto l’articolo


01 SET 2018 – RaiNews Il filo di rame dell’artista che denuncia i cambiamenti del clima
In esposizione a Palazzo Mocenigo a Venezia le opere dell’artista vicentina Resi Girardello.
Di Andrea Rossini, montaggio di Massimo Serena

This website uses cookies. By continuing to use this site, you accept our use of cookies.  Learn more